La parola nota a tutti gli uomini

«Respiro profondamente tutta l’aria. Mi consolo all’idea che almeno una piccolissima parte di te mi stia entrando dentro, nei polmoni, abbastanza vicino al cuore da farmi tremare e infinitamente lontano dagli occhi da lasciarmi immaginarti.
Che scrivo di te, a te».

Presentazione del romanzo “La parola nota a tutti gli uomini” di Osvaldo Frasari
Modera Maria Teresa Perrotta
Letture a cura di Andrea Laudante al piano, Raffaele Serpe e Antonio Esposito in voce.

La Cruna presenta: Segni, il nuovo romanzo di Luigi Intelligenza

Martedì 9 Gennaio l’associazione Culturale La Cruna è lieta di ospitare l’autore Luigi Intelligenza per la presentazione del suo nuovo romanzo “Segni”, edito da Gnasso Editore.
L’incontro, gratuito ed aperto a tutti, moderato dal Prof. Osvaldo Frasari, si terrà alle ore 21:30 presso il locale MoVà in Via del Seggio, 67 ad Aversa.

Sull’autore.
Luigi Intelligenza vive a Villa di Briano. Scrittore e giornalista free-lance.
Nel 2007 pubblica a soli 19 anni il suo primo romanzo, “La Rivolta degli Angeli”, Guida Editore.
Nel 2012 è nelle librerie con “Tutta colpa di un paio di gambe”, edito da Ad est dell’equatore, con il quale vince il premio internazionale “Iride” e riceve ottimi consensi da parte del pubblico.
Dal 2013 è attivo sulle piattaforme digitali con la pubblicazione della raccolta di racconti “Mostri Dentro” e il romanzo “Domenic”.
Nella primavera 2017 esce “Geometrie di Vita, ambientato in quella che negli ultimi anni è stata ribattezzata la “Terra dei fuochi”.
Segni, è il titolo del suo nuovo romanzo pubblicato da Pasquale Gnasso Editore nel 2017.

La Cruna presenta: Una Stanza di Parole di Bibi Morgen

L’associazione Culturale La Cruna è lieta di ospitare l’autrice Bibi Morgen per la presentazione del suo libro “Una Stanza di Parole”.
L’incontrò sarà moderato dal Prof. Osvaldo Frasari e si terrà al locale MoVà (Via del Seggio 67, Aversa).

Una Stanza di Parole

Questa raccolta nasce dall’humus di osservazioni sulla vita, sulla base della vita vissuta , della fantasia che può galoppare anche in sella ad una parola. Dai soli estivi. Dall’amore onnicomprensivo per l’arte e le sue sfaccettature, da un animo gioiosamente curioso che talvolta le circostanze possono sbiadire e rendere un po’ bluette, ma sempre in grado di utilizzare altri colori per auto dipingersi in un bodypainting di parole e riflessioni, immagini e suoni. Da una stanza, con finestra sul mondo, che racchiude tutti gli umori e i sogni, di cui la raccolta si compone, che però brama costantemente l’arrivo dell’ inverno.

Un hard-disk rotto, un sentimento sommesso di nostalgia e perdita, ricordi fatti di oscurità e speranza insieme: la scrittura inevitabilmente cede alla suggestione di ogni minimo dettaglio, come rapita da una penna che non può tenere il colpo in canna, ma deve dare corpo concreto alle immagini che popolano la fantasia dell’autrice. Questi pensieri multiformi, rimasti sulla pagina per anni a fermentare come il buon vino, affollano ora la stanza di parole con giochi e scherzi, divertendosi bonariamente a ingannare e confondere il lettore con la loro eccentricità. L’autrice plasma un ibrido letterario, in cui convergono prosa e poesia, sceneggiatura teatrale e scrittura giornalistica, filastrocche e canzoni. Con un linguaggio ironico generatore di mondi distopici, l’autrice asseconda l’impeto della sua vena creativa, costruendo uno spazio semiserio in cui la parola e l’amore per essa divengono la ratio dell’intera raccolta.

La scrittrice Bibi Morgen studia recitazione per svariati anni diplomandosi all’Accademia Artisti di Roma. Studia Lettere e Filosofia e Giurisprudenza. Scrive e collabora con giornali e riviste culturali, interessandosi di cultura e società, decide un infausto giorno di mettere insieme suggestioni, riflessioni collezionate negli anni, talvolta ironicamente amare, in una raccolta che appollaiata per diverso tempo prende finalmente luce raccogliendo in un unico nucleo racconti, musica, e giochi di parole.